Seleziona una pagina

La Storia

Colle Santa Lucia, era nota un tempo con i toponimi tedeschi Puchberg o Wersil (più tardi Fursil), le prime notizie del paese si hanno a partire dal 1145. La zona risultava compresa nel principato vescovile di Bressanone (a sua volta legato alla contea del Tirolo) e amministrata per mezzo di un capitano residente nel castello di Andraz.
La storia del paese è legata da sempre alle proprie miniere, nel 1177 compare il primo riferimento alle miniere del Fursil e nello stesso anno la località viene concessa all’abbazia di Novacella con il diritto di riscuoterne le imposte.
Durante il periodo napoleonico Colle Santa Lucia attraversa un periodo incerto dal punto di vista amministrativo. Con l’istituzione dell’Impero d’Austria, nel 1803, il vescovo di Bressanone perde il potere temporale a favore di conti tirolesi; ma poco passa al Regno di Baviera, quindi al Regno d’Italia, per poi tornare al Tirolo.
Nel Novecento il paese attraversa altri sconvolgimenti politici. Al tempo parte del Tirolo Austriaco, dopo la Grande Guerra, combattuta aspramente anche in queste zone, Colle Santa Lucia con Livinallongo e Cortina d’Ampezzo vengono aggregate al Regno d’Italia, nel 1923 il comune viene aggregato al Veneto e quindi alla provincia di Belluno. Il secolare legame con il Tirolo viene definitivamente spezzato nel 1964 con il passaggio della parrocchia dalla diocesi di Bressanone a quella di Belluno-Feltre.

Associazione Turistica
Colle Santa Lucia Dolomiti
32020 Colle Santa Lucia
Via Villagrande 57
e-mail: info@collesantalucia.eu
info point: +39 347 618 9044

© 2019 Associazione Turistica Colle Santa Lucia – Dolomiti | Part. IVA/C.F. 01204530255 | Informativa privacy | Cookie